Giulio Candussio
dal 09 luglio al 20 agosto 2022

Giulio Candussio ha frequentato giovanissimo la scuola mosaicisti del Friuli e la sua seguente formazione artistica è stata prevalentemente autodidattica. Fin dai primi anni di studio matura una propria, autonoma concezione musiva, caratterizzata dall’esigenza di una costante sperimentazione relativa a materiali e tecniche.
Negli ultimi anni Candussio vuole sostituire il dipinto convenzionale e, pur avvalendosi dei supporti e dei materiali tradizionali, fa sì che il colore si unisca al supporto per produrre un oggetto cromatico in cui dare vita ad un oggetto “autonomo”, indipendente dalla materialità del supporto; le sue superfici cromatico/pittoriche sono le nuove espressioni della sua soggettività e della sua personalità.

“Avveduti – gesto e colore”
11a edizione – 2022

Mostre presso Ottica Visus, Spilimbergo
a cura di Chiara Moro

Apertura mostra
dal martedì al venerdì // 9.00-12.30 / 15.00-19.00
sabato orario continuato // 9.00-17.00

Gestualità e colore prendono il sopravvento in questa 11esima edizione di avveduti. Celebrando l’espressione più alta dell’Arte Astratta, gli artisti selezionati si liberano dai canoni classici e, senza condizionamenti, prediligono forme di pittura che spesso abbiamo incontrato nell’astrattismo, quali pittura gestuale, pittura segnica e pittura materica. Si esplorano, così, nuove tecniche, nuovi concetti d’espressione, nuove assonanze cromatiche, si esaltano le possibilità espressive dei colori, i contrasti che si generano diventano i protagonisti delle opere. Come nell’action painting della prima metà del secolo scorso, nasce una pittura immediata e libera, indipendente da scelte formali o concettuali coscienti, una pittura capace di dar sfogo agli stati d’animo e all’inconscio di chi la pratica. Il colore e la mano dell’artista si uniscono per dare vita ad opere in cui prevale l’istinto immediato, assumono valore il segno e il senso del materico, con gestualità naturali e innate nelle quali lo spettatore si immerge e ne esce cambiato. Le opere presentate quest’anno, quindi, abbracciano l’arte informale, differenziandosi le une dalle altre a seconda della personalità dei singoli artisti e delle tecniche esecutive utilizzate per la realizzazione delle opere stesse.

dal 05 al 26 marzo 2022 – Nadia Blarasin
dal 02 al 23 aprile 2022 – Vittorio Menditto
dal 07 al 28 maggio 2022- Anna Marmolada
dal 24 settembre al 15 ottobre 2022 – Casagrande Rosanna